Società Agricola Ca'Liptra s.s.

Ca’Liptra è una piccola realtà artigianale, fondata nel 2012 e incastonata nelle dolci colline dei Castelli di Jesi. Si trova alle porte di Cupramontana - capitale storica del Verdicchio - in contrada S. Michele e si estende su una superficie di 8 ettari suddivisi tra vigneto, oliveto e seminativo, per un totale di 24.000 bottiglie annue. a caliptra è un apparato del fiore della vite che, come un cappuccio, protegge e racchiude l'infiorescenza fino all'avvenuta fioritura per poi staccarsi dal fiore. San Michele è un anfiteatro naturale con terreni calcarei. Alte sono le concentrazioni di argille, marne e gesso, minore è la presenza dell’arenaria, concentrata principalmente nella parte alta del cru. Il suolo e il clima di questa zona da sempre sono ritagliati su misura per la coltivazione della vite. Indubbiamente è la zona più calda di Cupramontana con esposizioni a pieno sole, da sud a sud-est, e una soffice brezza proveniente dal mare Adriatico accarezza e rinfresca le sue ripide colline. L’azienda conduce in biologico vecchi vigneti recuperati e in parte rinnovati; suddivisi in nove particelle per un totale di 6,61 ettari. Essi hanno diverse esposizioni, suoli, altitudini - tra i 200 e i 400 metri sul livello del mare - ed un’età media di circa 40 anni. Data la loro età, risulta molto importante una gestione del vigneto tale da garantire il giusto equilibrio tra produzione e sopravvivenza delle piante. Le vigne sono inerbite e vengono trattate esclusivamente con rame e zolfo, evitando ogni intervento con prodotti di sintesi. Non si effettuano concimazioni e viene praticato il sovescio. I lavori in campagna seguono il ritmo delle stagioni, vengono svolti manualmente e, durante la vendemmia, le uve vengono raccolte in piccole cassette. La valorizzazione e il rispetto del territorio sono al centro degli obiettivi dell’azienda, che si diletta nello sperimentare nuovi metodi di vinificazione dei mosti e affinamento dei vini. Le fermentazioni sono spontanee, senza aggiunta di coadiuvanti e/o additivi. Non vengono inoltre usate tecniche invasive. La solforosa viene addizionata ogni anno in base alle caratteristiche del vino finito e raggiunge un massimo di 50 mg/l per i bianchi e 30 mg/l per i rossi. Tutte le parcelle vengono vinificate separatamente, per comprendere ancora di più in profondità le caratteristiche di ogni singolo terroir e con il preciso scopo di creare un’ampia variabilità, altimetrica, pedologica e microclimatica. Il vino riposa sulle fecce di fine fermentazione fino alla sua completa maturità, affinando in vasche di cemento e acciaio o in piccoli contenitori di legno come barrique e tonneau.

Nessun prodotto corrispondete alla selezione è stato trovato.
Copyright © 2020 | Ùmmara - All Rights Reserved | Web design